Scaldabagno gas

 
Scaldabagno-gas

Quando un idraulico a Milano interviene per prestare assistenza su di uno scaldabagno a gas deve stabilire per prima cosa se sia il caso di riparalo oppure di sostituirlo e se decide di optare per la sostituzione, deve individuare il posto ideale nel quale installare il nuovo, che potrebbe non coincidere con il posto nel quale è attualmente presente il vecchio scaldabagno.

A seguire tutte le indicazioni su come installare uno scaldabagno a gas e cosa bisogna sapere prima di effettuare l’operazione.

Hai bisogno di assistenza per il tuo Scaldabagno a gas?

scaldabagno gas dove installarlo

Dove non installare uno scaldabagno a gas: le normative

Alcune delle vigenti normative fanno espresso divieto di installare uno scaldabagno a gas in determinate stanze o in luoghi nei quali possono verificarsi delle condizioni avverse, questo per tutelare  la salute delle persone mettendole al riparo da potenziali pericoli.

Alcuni degli ambienti nei quali è vietata l’installazione di uno scaldabagno a gas sono:

  1. Al di sopra di un piano cottura o in prossimità di fonti di calore.
  2. Ad una distanza inferiore di 1,5 m rispetto al contatori (elettrico e gas).
  3. In una stanza senza presa di areazione per permettere ad eventuali gas residui di disperdersi.
  4. Nella stanza da letto o comunque in una qualsiasi stanza adibita a zona notte.
  5. Nelle immediate vicinanze di apparecchi sanitari o in luoghi nel quali una perdita d’acqua dallo scaldabagno possa causare cortocircuiti.
  6. All’interno di un monolocale perché inevitabilmente lo scaldabagno a gas verrebbe a trovarsi nella stessa stanza adibita anche a zona notte.
  7. All’esterno dell’abitazione se lo scaldabagno è di tipo B e quindi a tiraggio naturale con camera aperta.

Ti offriamo un servizio idraulico veloce e affidabile, disponibile anche all’ultimo momento, qualunque sia la tua richiesta.

Siamo esperti in riparazione del tuo scaldabagno a gas a Milano. Non avremo difficoltà a raggiungerti e a risolvere la tua emergenza idraulica senza tempi di attesa infiniti.

Dove è consentita l’installazione di uno scaldabagno a gas?

L’installazione di uno scaldabagno a gas è consentita in tutti quei locali, esclusi quelli citati sopra, che rispettano determinati requisiti, in linea con le attuali normative in materia e che vedremo a seguire.

Nota: se il locale da bagno rispetta senza ombra di dubbio le caratteristiche ambientali richieste per garantire la sicurezza, non sussistono impedimenti per l’installazione proprio in questo locale di uno scaldabagno a gas di tipo C, ossia con tiraggio forzato e camera stagna.

I requisiti di un locale per l’ installazione dello scaldabagno a gas

Il locale scelto per l’installazione dello scaldabagno a gas deve disporre di prese di areazione su facciata per garantire sia la ventilazione che l’areazione locale medesimo.

A fronte della presenza del boiler a gas che è tutti gli effetti considerato un impianto gas per la casa le misure delle prese di areazione dovranno essere minimo 1,60cm di diametro e 5,0cm circa di altezza dal suolo.

La normativa per l’installazione dello scaldabagno a gas

L’installazione di uno scaldabagno a gas prevede il rispetto delle norme di buona tecnica e a norma di legge oltre che l’esecuzione del lavoro alla regola dell’arte.

E’ obbligatorio che a seguito dell’installazione di un apparecchio come lo scaldabagno l’azienda che ha effettuato l’installazione rilasci l’apposita certificazione di conformità che attesta l’avvenuto corretto allaccio all’impianto idrico ed a quello del gas domestico.

Le normative di riferimento per il rispetto dei parametri appena indicati sono la UNI7129 , la UNI 7131 e le normative CEI 64-8  e CEI 64-9  comprensive di tutte le relative e successive integrazioni ed eventuali modifiche.

Una volta installato, attraverso il rilascio di un libretto di impianto compilato a cura del termico SK Idraulica che avrà effettuato l’installazione, definisce il corretto funzionamento del dispositivo il Decreto Ministeriale del 17/03/03

Scaldabagno a gas: portata da 11 o da 14 litri

Quando si sceglie il modello di boiler a gas tra i tanti scaldabagni presenti in commercio, si devono tenere in considerazione una serie di fattori tra i quali:

  1. Quante stanze da bagno ci sono nell’appartamento.
  2. La istanza tra boiler e rubinetto più distante in cucina e tra boiler e rubinetto più distante del bagno e di conseguenza quanto è grande l’appartamento che verrà servito.
  3. Quanto si pensa di utilizzarlo anche in virtù del numero dei componenti della famiglia.

Due sono le versioni adottate per gli scaldabagni a gas per uso domestico che sono quella da 11 litri e quella la 14 litri.

Le indicazioni a seguire trovano applicazione sia per decidere quale scaldabagno a gas scegliere in virtù del rendimento, della capacità in litri e del consumo.

In una condizione di una buona portanza delle tubature:

– la versione da 11 litri può essere presa in considerazione se lo scaldabagno dista fino a sette metri (o meno) dal bagno e dalla cucina e se c’è un solo bagno da servire;

– la versione a 14 litri è indicata se lo scaldabagno serve più di un solo bagno perché più utenze potrebbero venire attivate contemporaneamente, oppure se la distanza tra scaldabagno e cucina o bagno/i supera i sette metri.

Consiglio: in caso di portata inadeguata è consigliabile far fare un ripristino dela portata piuttosto che acquistare uno scaldabagno con un numero di litri sovradimensionato.

Scaldabagno a gas: dove installarlo?

Il montaggio di questo dispositivo è possibile sia all’interno di una stanza di un immobile (che può essere abitativo oppure ad uso ufficio) e sia all’esterno dell’immobile in un luogo non completamente esposto.

Le installazioni di scaldabagni a gas all’aperto sono consentite per dispositivi di tipo C e possono trovare posto sulla parete di un balcone o sulla facciata esterna ma, in questo ultimo caso, sarà necessario chiedere l’autorizzazione al Condominio se l’immobile è inquadrato in quel contesto.

E’ possibile installare un boiler a gas anche in in locale a livello del terreno purché vengano ampiamente rispettate le aperture per la ventilazione.

I collegamenti necessari di cui il dispositivo dovrà disporre sono quello alla rete elettrica per la produzione della scintilla utile alla combustione, l’allaccio alla rete idrica ed a quella del gas domestico che di norma è il gas metano ma è possibile sostituire questo combustibile con il gas GPL, a patto di utilizzare degli appositi ugelli.

Quale scaldabagno a gas scegliere per l’interno

La scelta dovrebbe ricadere su di uno scaldabagno con camera aperta solo ed esclusivamente se si è assolutamente sicuri del perfetto tiraggio della canna fumaria.

In assenza, oppure se sussiste un dubbio circa questo requisiti, è raccomandabile uno scaldabagno a gas a camera stagna, in caso di installazione di una caldaia a gas il suggerimento è il medesimo.

Lo scaldabagno a gas per l’esterno

Se il boiler a gas deve essere installato in un appartamento incluso in condominio, sia per una maggior sicurezza che a fronte della norma DM37/08 e UNI7129, il suggerimento è quello di posizionarlo all’esterno dell’abitazione se possibile su di un balcone, oppure, in assenza direttamente in facciata.

Va ricordato che per le installazioni fatte in facciata richiedono il consenso da parte del Condominio.

Consiglio: Controllare che lo scaldabagno a gas abbia la funzione gelo, altrimenti dotarlo di un kit antigelo apposito.

Il kit antigelo è dotato di un termostato che rileva la la temperatura all’esterno e quando questa scende troppo (pari o inferiore a -5°C) lo scaldabagno a gas si accende autonomamente  per qualche secondo riscaldando i tubi di collegamento così da scongiurarne il congelamento.

Quando lo scaldabagno a gas non è dotato di un sistema antigelo proprio, dotarlo di un kit antigelo è obbligatorio se il dispositivo è completamente esposto e generalmente suggerito anche quando lo scaldabagno è collocato su di un balcone e quindi n una posizione semi-coperta.

Quale modello di scaldabagno preferire per l’esterno?

Lo scaldabagno a gas a camera stagna con l’ispezione della fiamma completamente chiusa da un vetro è la versione adatta per questa collocazione perché con la protezione della fiamma i colpi di vento non influenzano la combustione e non ne ostacolano l’accensione.

Lo scarico dello scaldabagno a gas

Il tubo di scarico del boiler viene collegato ad una rete di scarico dei fumi per il corretto tiraggio e dispersione di questi ultimi.

Il tiraggio è naturale se si tratta dello scaldabagno di tipo “B” mentre è a tiraggio forzato se lo scaldabagno è di tipo “C“.

La norma appena indicata è obbligatoria per le installazioni ex novo mentre per quelle già in essere vengono tollerati alcuni vecchi modelli di scaldabagno che hanno lo scarico direttamente in canna fumaria singola o direttamente su facciata.

Alla luce della nuova normativa vigente , per il nuovo boiler che sostituisce uno di quelli più vecchi, il termico deve trovare una diversa soluzione di installazione, dopo aver fatto un sopralluogo apposito, per garantire il rispetto delle nuove norme che regolano lo scarico dei fumi.

Gli interventi di manutenzione per uno scaldabagno a gas

Manutenere lo scaldabagno a gas con interventi mirati è importantissimo già dopo i primi due anni di funzionamento, revisionare e pulire il boiler aiuta nel prevenire guasti da deterioramento ed usura.

Gli idraulici riscontrano spesso in particolari zone di intervento come Milano e Provincia , una presenza massiccia di formazioni di calcare che di fatto intasano tubature e filtri  ed in situazioni come queste, per preservare gli elettrodomestici ed i dispositivi come i boiler, la manutenzione e la pulizia periodica diventano indispensabili.

Nota: uno scaldabagno elettrico deve rispettare misure di sicurezza inferiori rispetto ad uno a gas, di solito su questi apparecchi gli interventi richiesi sono la riparazione scaldabagni e gli interventi di pulizia soprattutto per liberare i componenti interni dal calcare che ne impedisce il corretto funzionamento diminuendo le prestazioni ed aumentando i consumi.

Scaldabagno a gas: i prezzi

Il costo dipende dalle esigenze abitative e 1uindi di consumo di acqua calda e di impiego di energia, dalla collocazione del dispositivo (se all’interno oppure all’esterno) e da altri fattori ancora.

Per avere un preventivo chiavi in mano e quindi con prezzo bloccato senza sorprese contattate subito SK Idraulica, presente a Milano e Provincia ed attivo ogni giorno.

Chiedere ai nostri idraulici professionisti  come poter risparmiare senza rinunciare alla qualità non comporta impegno ma mette a disposizione della clientela offerte sempre calibrate e vantaggiose.

Per offerte speciali, sconti rottamazione o recupero IVA non esitate a contattare i nostri recapiti, tutti i giorni.

Scaldabagno-gas

Hai bisogno di assistenza sul tuo scaldabagno a gas? Contattaci

HAI UN’ EMERGENZA?

Forniamo un servizio di pronto intervento idraulico rapido e tempestivo, adatto ad ogni imprevisto.

Contattaci

Per qualsiasi informazione sui nostri servizi contattaci telefonicamente oppure compilando il modulo.

Numero di Telefono

MOBILE: +39 346 3210471