Ristrutturazione edilizia

 
Ristrutturazione edilizia

Qualsiasi tipologia di lavoro che comporta modifiche importanti ad un immobile rientra nel campo delle ristrutturazioni edilizie, come ad esempio tinteggiare una facciata oppure fare delle riparazioni.

Essendo questo un settore che incontra l’interesse di molte persone, dedichiamo questa pagina all’argomento della ristrutturazione edilizia per offrire informazioni, spunti ed i dee a chi volesse intraprendere questa attività.

Hai bisogno di assistenza per il ristrutturazione edilizia?

Ristrutturazione edilizia Milano, i lavori

I costi di ristrutturazione al metro quadro

Fornire dei costi esatti in riferimento ad una ristrutturazione edilizia in particolare è praticamente impossibile perché ci sono moltissime varianti da considerare sulla base dell’immobile da ristrutturare.

Il primo parametro da valutare è la grandezza in metri quadri dell’appartamento oggetto di ristrutturazione perché, più grande è l’immobile, maggiore sarà la quantità di materiali da impiegare ed il tempo da dedicare al lavoro.

Anche se non è possibile fare un conteggio esatto di quanto verrà a costare la ristrutturazione edilizia di un particolare immobile, è comunque possibile valutare dei costi di ristrutturazione casa al metro quadro orientativi, stilati sulla base di più offerte a confronto.

  • Rifacimento pavimentazione in pietra naturale (nella fattispecie marmo): tra 70 e 130€ al m2
  • Rifacimento del tetto in legno: tra 50 e 160€ al m2
  • Ricostruzione pareti: tra 30 e 35€ al m2
  • Ristrutturazione edilizia solo dell’esterno con stonewall artificiale: tra 10 e 30€ al m2
  • Tinteggiatura/imbiancatura: tra 8 e 11€ al m2

Negli ultimi anni, il costo dei materiali e quello della mano d’opera per la realizzazione di una ristrutturazione edilizia, non hanno subito particolari incrementi quindi gli aumenti conseguenti sono stati molto contenuti.

In molti casi un aiuto economico per affrontare un’opera di questo genere può arrivare dagli incentivi legati alle detrazioni fiscali per la ristrutturazione, alle quali si può chiedere di accedere.

Per avere un’idea più precisa della spesa alla quale far fronte, il suggerimento è quello di rivolgersi ad un’azienda qualificata per ottenere un preventivo personalizzato chiavi in mano

Ti offriamo un servizio idraulico veloce e affidabile, disponibile anche all’ultimo momento, qualunque sia la tua richiesta.

Siamo esperti in ristrutturazione edilizia a Milano. Non avremo difficoltà a raggiungerti e a risolvere la tua emergenza idraulica senza tempi di attesa infiniti.

I materiali occorrenti per la ristrutturazione edilizia

La scelta dei materiali da impiegare per la ristrutturazione di una casa è di primaria importanza per stabilire il tipo di intervento da attuare perché, dalla scelta di quali utilizzare, dipenderà in larga parte il costo totale di tutta l’opera.

I materiali utilizzati in edilizia si possono suddividere in macro categorie nelle quali sono presenti poi, a loro volta, più tipi di materiale edile che ben si presta alle ristrutturazioni.

  1. La categoria delle pietre naturali. Vi appartengono diversi tipi di rocce tra le quali marmi, graniti, porfidi e le argille.
  2. La categoria dei materiali artificiali. Ne fanno parte laterizi come mattoni e tegole ed i materiali ceramici.
  3. Si possono riunire in questa categoria tutti quei materiali che non sono inseribili in altre categorie più specifiche come le plastiche, i metalli ed il legno.

La ristrutturazione edilizia e le pietre naturali

Le pietre naturali per pavimenti o per rivestimenti si ottengono dalla frammentazione di alcuni tipi specifici di roccia. Una volta ottenuto un taglio “lavorabile” questo viene adattato per forma, misura e spessore al tipo di applicazione che dovrà avere (lastre per pavimenti, per rivestimenti ecc.)

Come accennato, ci sono dei tipi di pietre naturali maggiormente richieste per la ristrutturazione edilizia che sono il marmo in tutte le sue varianti, il travertino, il tufo, il porfido ed il granito.

Le qualità indiscusse della roccia sono la resistenza all’usura del tempo e l’aspetto estetico che rende l’immobile maggiormente di pregio a fronte però di un costo che può variare da 80€ circa al metro quadro per lastre di travertino da 3 cm di spessore, fino a 140€ al metro quadro per la stessa tipologia di lastra ricavata dal marmo bianco di Carrara, spesso utilizzato come rivestimento di pregio per la ristrutturazione edile del bagno.

La ristrutturazione edilizia ed i materiali artificiali

I materiali artificiali per l’edilizia sono pratici e relativamente semplici da installare. 

Il loro impiego simula l’utilizzo dei materiali naturali ma con costi inferiori, che nella ristrutturazione di un appartamento di medie/grandi dimensioni, possono arrivare ad essere sensibili.

Tra le eco pietre (come vengono anche definiti questi materiali) vengono inclusi:

  • materiali ceramici;
  • laterizi;

Dall’unione di materiali ceramici e pasta porosa nascono o laterizi che vengono principalmente utilizzati per la creazione delle strutture portanti.

Dai materiali argillosi e dalle sabbie uniti tra loro si ottengono invece i materiali ceramici che sono utilizzati soprattutto per gli interni delle abitazioni, come la posa dei pavimenti e dei rivestimenti per le pareti.

I materiali ceramici grezzi vengono verniciati e rifiniti successivamente alla posa.

Il costo di questi materiali è inferiore rispetto a quello dei materiali naturali e comunque variabile in base ai prodotti utilizzati ed alla loro lavorazione e rifinitura.

La ristrutturazione edilizia ed il legno

Questo materiale è ecocompatibile e rinnovabile, perfetto per la ristrutturazione edilizia ad esempio dei tetti in legno.

Leggero, resistente, antisimico, coibentante, solo per citare alcune delle sue caratteristiche senza considerare che costi per la trasformazione della materia prima in prodotto finito sono contenuti.

Rimanendo in tema di costi, un tetto realizzato in legno comprensivo di isolamento e d tegole può avere un costo che varia tra i 55 ed i 165€ al metro quadrato.

Ristrutturazione edilizia, scegliere i materiali adeguati

La ristrutturazione del bagno

Una delle stanze più vissute di tutta la casa è senza dubbio la stanza da bagno, insieme alla cucina.

La ristrutturazione bagno coinvolge non soltanto il cambio della rubinetteria, la sostituzione sanitari oppure il loro spostamento, ma può coinvolgere tutte le tubazioni dell’impianto idrico domestico.

Nel caso in cui il bagno fosse di piccole dimensioni, si potrebbe optare per la sostituzione dei sanitari a terra classici con altri che consentano un risparmio di spazio ed offrano una maggiore facilità di pulizia del locale che sono i sanitari sospesi.

Per poter valutare entrambe le opzioni, il suggerimento è quello di richiedere un preventivo personalizzato alla SK Idraulica così da ottenere anche una consulenza che possa fare luce sulla scelta giusta da fare in considerazione dei costi e del tipo di ambiente che si vuole ricreare.

Quando si operano delle modifiche, seppure considerate di “minore entità”, quindi non variando la disposizione dei tubi e la posizione dei sanitari, queste vanno sempre e comunque certificate.

Esistono diverse normative da rispettare per poter considerare un impianto idraulico a norma ed è fondamentale rivolgersi sempre e soltanto ad aziende operanti nel settore in grado di effettuare lavori alla regola dell’arte provvedendo poi alla loro certificazione.

Cercare di eludere l’applicazione di queste normative significa esporsi al rischio di ammende anche severe in occasione di possibili controlli da parte degli organi competenti, anche in fase successiva al completamento delle opere.

La ristrutturazione edilizia eco-sostenibile

In tempi moderni, nei quali l’intero pianeta è impegnato nella ricerca di soluzioni green per limitare, se non azzerare del tutto, l’impatto sull’ambiente delle opere create dall’uomo, la ristrutturazione edilizia non poteva rimanere indietro, tanto che è nato un modo nuovo ed eco-compatibile per l’attuazione di opere edilizie: la bioedilizia.

La bioedilizia, o edilizia sostenibile, si ripropone di fare dell’edilizia tradizionale, comunemente vista come un qualche cosa che va ad alterare e modificare gli equilibri naturali, una pratica in gran parte sostenibile.

Come si può ottenere una ristrutturazione edilizia con un impatto sostenibile sull’ambiente?

Per prima cosa utilizzando materiali “alternativi” a molti di quelli sono ad ora impiegati nell’edilizia tradizionale che sono:

  1. Materiali ricavati dalla natura come il sughero ed il legno.
  2. L’impiego di tecnologie costruttive di nuova concezione.
  3. Abbattimento del tempo necessario alla realizzazione delle opere.
  4. Alta resistenza delle opere ultimate alle calamità naturali come i terremoti ed il fuoco.
  5. Limitazione del numero di interventi per la manutenzione delle opere ultimate.

Quali sono di contro gli svantaggi della bioedilizia?

I costi per la realizzazione di opere di ristrutturazione edilizia effettuate sulle case con la bioedilizia possono essere maggiori rispetto a quelli realizzati in maniera “tradizionale” e questo perché, per il momento, occorre impiegare personale specificamente formato in questo tipo di pratica ma questi costi possono essere in parte compensati dal minor numero di interventi manutentivi richiesti nel tempo.

Gli incentivi economici ed i superbonus per l’edilizia

Lo Stato prevede l’applicazione di diversi incentivi per promuovere le opere di ristrutturazione edilizia, elargiti spesso sotto forma di sgravi fiscali.

Esiste quindi la possibilità di accedere alle detrazioni fiscali per le ristrutturazioni e per la riqualificazione energetica.

La percentuale del costo finale coperta dalle detrazioni fiscali può variare dal 50% al 65% con una ripartizione in dieci rate all’anno.

I lavori di ristrutturazione edilizia inclusi nelle agevolazioni sono:

  1. Le manutenzioni sia ordinarie che straordinarie.
  2. Le ristrutturazioni ed il restauro.
  3. I Lavori in ambito condominiale.
  4. Le riparazioni che fanno seguito al verificarsi di calamità naturali, come l’adeguamento antisismico.
  5. Lo smantellamento e la rimozione di materiali pericolosi per la salute come l’amianto, un tempo largamente impiegato in campo edile.

Il preventivo per la ristrutturazione edilizia

Come ampiamente ribadito nel corso di questa pagina, una ristrutturazione edilizia può differire da un’altra anche di parecchio, soprattutto in termini di costi finiti e di tempi di lavorazione.

Le opere di ristrutturazione edilizia coinvolgono più figure professionali, tra cui degli idraulici specializzati, quindi il consiglio è quello di rivolgersi ad un’azienda certificata e presente sul territorio, alla quale fare riferimento durante tutte le fasi della ristrutturazione, quindi dalla progettazione fino al termine dei lavori.

Chiedere un preventivo mirato, specializzato e “chiavi in mano” ad un’azienda come SK Idraulica può mettere al riparo da brutte sorprese rendendo molto più semplice intraprendere e superare agevolmente il percorso della ristrutturazione edile.

Hai bisogno di assistenza per ristrutturazione edilizia? Contattaci

HAI UN’ EMERGENZA?

Forniamo un servizio di pronto intervento idraulico rapido e tempestivo, adatto ad ogni imprevisto.

Contattaci

Per qualsiasi informazione sui nostri servizi contattaci telefonicamente oppure compilando il modulo.

Numero di Telefono

MOBILE: +39 346 3210471