Quando va utilizzato un copricaldaia da esterno

Copri caldaia Sk idraulico

 

Come qualsiasi altro elettrodomestico, anche la caldaia ha bisogno di cure e protezione per poter funzionare al meglio e durare di più nel tempo, questo vale anche se è stata progettata per essere collocata in esterno.

Una delle soluzioni per offirle il giusto riparo è quella di dotarla di un copricaldaia da esterno per combattere l’asprezza degli agenti atmosferici come la pioggia, il vento ed il sole e dall’infiltrarsi di particelle di vario materiale, più o meno grandi, che potrebbero metterne a rischio il corretto funzionamento.

Un mobiletto copricaldaia da esterno è una delle soluzioni più richieste per offrire riparo alla caldaia perché può salvagardarla passando al contempo quasi inosservato perché si può scegliere quello che si adatta al proprio gusto e dove possibile, all’arredo dell’ambiente esterno.

 

Copricaldaia coibentato

Gli agenti atmosferici sono responsabili di vari danneggiamenti alle caldaie poste in esterno perché le investono deformandole o trasportandovi all’interno detriti e materiali che possono generare guasti.

Tra gli agenti atmosferici più temuti ci sono:

  • Il sole diretto: l’eccessiva esposizione al calore danneggia il materiale esterno della caldaia deformandolo;
  • Il vento: trasporta sia la polvere che paricelle più grandi di altri materiali che dall’involucro esterno possono infiltrarsi all’interno della caldaia compromettendone il funzionamento. Il vento può anche essere la causa dello spegnimento della fiamma e quindi arrecare un disagio a chi utilizza la caldaia per ottenere l’acqua calda per la doccia;
  • Pioggia, grandine e nevischio: possono interferire con il funzionamento delle componenti elettroniche della caldaia rendendola soggetta a guasti anche costosi da riparare.

Le variazioni atmosferiche e gli agenti come pioggia, grandine e vento che ne conseguono rappresentano quindi una minaccia per un’apparecchiatura complessa come la caldaia.

Adottare un copricaldaia coibentato permette quindi non soltanto di preservare l’apparecchiatura nel suo insieme, ma anche di far si che la digressione termica tra temperature eccessivamente basse o eccessivamente elevate possa far contrarre o dilatare i materiali di cui è fatta, tanto da danneggiarla o da impedirne il corretto funzionamento a discapito del consumo e della resa.

Mobiletto copricaldaia da esterno

Esistono molteplici tipologie di mobiletti copricaldaia da esterno che generalmente sono realizzati in PVC, in legno, in plastica ed in alluminio ed ogni copricaldaia da esterno può avere un prezzo diverso dall’altro proprio in funzione del materiale impiegato.

Un copricaldaia da esterno in PVC si trova in commercio ad un prezzo di solito contenuto, oltre a questo è versatile in quanto disponibile in diversi colori proprio per intonarsi all’arredo già presente nell’ambiente esterno nel quale deve trovare posto.

Il PVC è estremamente resistente, leggero ma solido e queste caratteristiche lo rendono uno dei candidati di maggior successo per un copricaldaia da esterno.

Un altro materiale che si adatta alla realizzazione del mobiletto copricaldaia da esterno è l’alluminio che offre un elevato grado di resistenza agli agenti atmosferici oltre ad essere composto da pannelli sottili e quindi leggeri, anche più leggeri dello stesso PVC.

Qualsiasi sia il materiale di un mobiletto copricaldaia da esterno, questo, oltre ad offrire riparo alla caldaia contro gli agenti atmosferici, la preserva anche dalla presenza di ospiti indesiderati come i roditori più comuni.

Ma per quale motivo i topi dovrebbero preferire una caldaia per fare il nido ad un qualsiasi altro posto?

Quando è in funzione la caldaia genera calore, quindi i roditori possono venirne attratti ed una volta penetrati dall’esterno all’interno della scocca, decidere di fare il nido al riparo da occhi indiscreti.

Questo però determina un progessivo malfunzionamento dell’apparecchiatura con il suo conseguente danneggiamento anche dovuto alla naturale propensione dei topi a rosicchiare.

Mobile copricaldaia da interno

Se l’esigenza è quella di proteggere la caldaia con un copricaldaia quando si trova in esterno, quando si trova all’interno dell’abitazione l’esigenza muta e diventa quella di occultarla alla vista nella maniera più naturale possibile.

Se ad esempio l’ambiente nel quale verrà installata è di piccole dimensioni, sarà necessario porla in un punto che non tolga altro spazio a quello disponibile.

Come si ottiene tutto questo?

Per prima cosa scegliendo una caldaia giustamente dimensionata, poi utilizzando un mobile copricaldaia da interno per occultarla che possa trovare posto anche sotto ad un lavello o in uno spazio inutilizzato.

Si potrebbe anche pensare di acquistare un mobile copricaldaia che somigli ad uno di quelli che compongono una credenza già presente nell’appartamento e se non fosse disponibile di farsene fare uno su misura.